Estorsioni e frodi fisco nel palermitano

Un'operazione congiunta condotta da carabinieri e guardia di Finanza nel palermitano ha portato all'arresto di sei persone e un divieto di dimora. Sono accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione aggravata e reati contro la pubblica amministrazione e di frode fiscale. Nell'operazione, che riguarda anche la compravendita di preziosi, sarebbero coinvolti alcuni negozi di compro oro. I provvedimenti sono scattati per Lorenzo D'Arpa, 58 anni, Paolo Dragna, 64 anni, Pietro Formoso, 69 anni, Francesco La Bua, 68 anni, Pietro Morgano, 70 anni, e Vincenzo Meli, 66 anni. Nei confronti di Francesco Paolo Migliaccio, un ispettore della Polizia di Stato in servizio presso il commissariato Porta Nuova di Palermo, il gip del Tribunale di Palermo ha imposto il divieto di dimora nel territorio del Comune di Palermo e l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Giuseppe Jato

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...